pinoaddante.it logo

Histoire du soldat di Lindsay KEMP - La presentazione

Link: Il giornale della Danza - Kemp...

Diavolo di un Kemp

Il coreografo, ballerino e artista visivo che fu maestro di David Bowie, fa ritorno a Bari per presentare in anteprima il suo spettacolo costruito sulle musiche dell'Histoire du Soldat di Igor Stravinskij. Un progetto maturato lungo 40 anni, nel quale il nostro si concede il lusso di indossare i panni di Belzebù - di Anna Colafiglio

È stato la splendida e disperata Divine in Flowers, l'insana Salomè nello spettacolo che, della principessa giudaica, portava il nome; è stato Puck, il vorticoso folletto di Sogno di una notte di mezza estate; ha interpretato e "vissuto" una serie di personaggi, i più disparati, tutti con una dose di fascino estremo e decadente, velati di una sottile ironia che è propria del suo fare teatro: parliamo di Lindsay Kemp, celeberrimo coreografo britannico che scardinò gli assetti del teatro, della danza e persino della musica rock, quando, maestro e mentore di David Bowie, mise in scena gli indimenticabili concerti-evento di Ziggy Stardust. 
 
Dopo i fasti degli anni Settanta e Ottanta, che lo videro tra i protagonisti indiscussi della rivoluzione delle arti sceniche, Lindsay è tornato nella sua amata Bari con una nuova creazione, più intima e naif, nella quale interpreta nientemeno che il diavolo. Un ruolo agognato per anni, durante una giovinezza che Kemp ricorda con affetto e un velo di saudade: “eravamo in quattro, girovaghi e teatranti, uno di questi era David Bowie, e volevamo mettere in scena Histoire du soldat; siamo ritornati dopo 40 anni, anche se senza David. Ora è come se mi risvegliassi anch'io, come il diavolo dell’opera di Stravinskij, per danzare sulle sue note per l’ennesima volta”.
 

Histoire du Soldat, quella inconsueta partitura per violino che Igor Stravinskij aveva sognato più volte, prima di scriverla e associarla al testo di Charles Ferdinand Ramuz, rivive così nell'interpretazione dei quattro danzatori-attori che calcano la scena, cornice povera e minimale di questo "Faust in chiave contadina". L'assetto voluto da Stravinskij per il suo piccolo "capolavoro tascabile", è mantenuto: Lindsay Kemp è affiancato, sul palcoscenico, da David Haughton, narratore e perfetta voce del diavolo-Kemp, Filippo Sassano, nei panni del giovane soldato artefice e vittima, al contempo, di un destino dal quale non può fuggire, e dalla danzatrice Daniela Maccari (a sinistra), nei panni della principessa sposa del protagonista. 
 
I sette elementi dell'Ensemble Stravinski portano alla luce il complesso collage sonoro che caratterizza la Histoire stravinskiana e, con il ritmo frammentato che contraddistingue la composizione, accompagnano l'intera azione scenica. 
 
Nei panni del multiforme diavolo, Lindsay Kemp fa brillare sulla scena una personalità sfaccettata, a tratti ironica e sottilmente parodica. La sua è un'estetica fortemente caratterizzata e non classificabile: una sorta di crocevia tra arti sceniche, visive e performative, che pregna l'atmosfera dello spettacolo tutto. Il teatro di Kemp parla un linguaggio universale, che si rivolge con estrema efficacia all’immaginazione dello spettatore; il pubblico viene catturato nelle volute di un'azione scenica delicata e coinvolgente, dalla quale non può restare immune.


HISTOIRE DU SOLDAT REGIA DI LINDSAY KEMP, MUSICHE DI IGOR STRAVINSKIJ

Chi è: coreografo, mimo, attore, danzatore, regista... insomma, chi più ne ha più ne metta. Interprete versatile e poliedrico, con la Lindsay Kemp Company ha girato il mondo e contribuito in maniera decisiva ai fermenti rivoluzionari degli anni '70 e '80, collezionando lodi entusiastiche e scandalizzati dissensi. Dal 2008 è dedito all'insegnamento presso il Teatro Goldoni di Livorno; negli ultimi tempi è stato interprete dei ruoli della strega Carabosse e del mago Kaschei in due creazioni del Balletto del Sud (rispettivamente La bella addormentata e L'uccello di fuoco); nel 2001 è stato protagonista de Le Troiane di Micha Van Hoeke, nei panni di Ecuba. Parallelamente all'attività teatrale, Kemp è da sempre molto attivo nel campo delle arti visive: una selezione delle sue opere, strettamente connesse al suo teatro e al suo particolarissimo approccio alla scena, è stata esposta presso gli spazi dello Showville di Bari nella mostra Dancing drawings (4-13 maggio).
 
Chi sono gli altri: David Haughton attore teatrale e cinematografico, regista, doppiatore e light designer per il teatro, da oltre trentacinque anni collabora con Lindsay Kemp, affiancandolo nella sua attività. Ha firmato, assieme a lui, la regia e l'adattamento di tutte le produzioni internazionali della Lindsay Kemp Company, dal 1974 a oggi. Daniela Maccari: danzatrice, si è formata con Oleg Sokolov, Bryan Poer e Marina Van Hoecke, della quale è stata assistente; del 2006 è la sua esperienza con il Wuppertal Tanztheater di Pina Bausch. Dal 2009 collabora assiduamente con Lindsay Kemp, in qualità di danzatrice e assistente coreografa. Filippo Sassano: dal 2009 frequenta il corso di teatrodanza tenuto da Lindsay Kemp presso il Teatro Goldoni di Livorno; negli ultimi tre anni ha partecipato, con ruoli sempre più importanti, alle creazioni di Lindsay Kemp e Daniela Maccari per il Teatro Goldoni.
Il resto della locandina: coreografie di Daniela Maccari; light design e coordinamento di David Haughton; musiche eseguite dall'Ensemble Stravinskij, direttore Angelo Cavallaro; libretto di Charles Ferdinand Ramuz.
 
Produzione: Provincia di Bari, Teatro Pubblico Pugliese, Showville
.
Il 5 maggio 2012, al Teatro Showville di Bari, in prima assoluta
 -
Share
Link
https://www.pinoaddante.it/histoire_du_soldat_di_lindsay_kemp_la_presentazione-p5667
CLOSE
loading